Cabanyal vs Speculazione

image

Ho passato la giornata a Cabanyal, un borgo marinaro di Valencia. Ci ero passato causalmente ieri venendo dal complesso di Calatrava che campeggia in tutte le foto moderne della città e avevo notato un forte stacco entrando nel borgo. Mi sembrava come assediato.

Ne parlo con Armando, un romano trapiantato qui con la famiglia, e mi conferma la sensazione. “Sarà una decina d’anni che l’amministrazione vuole prolungare lì un viale, spaccando in due il borgo, ma la gente si oppone, resiste e probabilmente ce la farà visto che il governo ha messo un vincolo”.

Cabanyal è patrimonio culturale, ma il comune sembra insistere.
Della vicenda leggo poi, incuriosito e ovviamente anche stupito dalla balordaggine del progetto, su questo post, a cui vi rimando per i dettagli.
L’assurdità principale è che il viale (av. Vicente Blasco Ibanez) che deve essere “allungato” non va a connettere un bel niente, se non il mare lì davanti, a circa un chilometro; come si può osservare dalla mappa qui sotto:

image

Una follia. Dalle foto che seguono si vede qual è la fine di Blasco Ibanez e dove dovrebbe andare per arrivare al mare.

image

Questi due palazzi sono di fronte alla rotonda che ospita anche la stazione della metro, e che mette il punto al viale:

image

La vista verso Cabanyal:

image

E ora la linea del fronte: le prime case del borgo, che via via diventa sempre più affascinante, e in netto contrasto (vincente) con la specie di Tuscolana alle spalle.

image

image

image

Insomma, la gente resiste , anche intelligentemente: si trovano decine di banner sui balconi che propongono il recupero del borgo, senza la sua distruzione:

image

Il movimento è ben organizzato e vivace e conta sull’appoggio delle realtà attive della città.

image

Il braccio di ferro continua lo stesso, il comune vieta di mettere mano alle baracche diroccate

image

e qualcuno ha anche deciso di andarsene. Ma non ho visto molti cartelli “vendesi”, sono sporadici.

image

C’è  anche da dire che il quartiere è ben collegato, e ha anche una linea di tram

image

Insomma, le solti schifezze speculative: qui, lì, là, altrove. E le solite reazioni a idee idiote che rovinerebbero la vita di tutti e l’aspetto di una parte di città solo per fare quattrini. Qualche esempio della giornata di oggi vissuta dagli indigeni e dai valenciani che vanno lì a fare il bagno:

image

image

image

image

Annunci

2 thoughts on “Cabanyal vs Speculazione

  1. Capisco che ci vuoi risparmiare i dettagli di viaggio, ma almeno dicci quando sei partito e come ci sei arrivato in Spagna. mica avrai preso il treno?
    Sto ridendo come un deficiente per il gestore deficiente dell’emporio. Grazie per il momento d’ilarità.
    Buon viaggio. E auguri in ritardo. Anche a te, stronzo, che a me gli auguri non l’hai fatti!
    :-)

    Buona pedalata
    Ricky

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...